.
Annunci online

cani-sciolti
29 luglio 2010

Sullo scandalo dei servizi sociali a Catania

Com'è nostra consuetudine abbiamo ritenuto opportuno, prima d'intervenire, ascoltare, leggere, conoscere. Ci riferiamo allo scandalo che riguarda l'amministrazione dei Servizi Sociali a Catania.

Quanto appreso ci lascia sgomenti ed indignati, ma non sorpresi. Abbiamo nel passato, anche recente, espresso perplessità sulla gestione a Catania dei servizi sociali e, per capire le cause delle disfunzioni, organizzato un'assemblea sul tema. In quella occasione l'ex assessore Zappalà, oggi inquisito, preferì non rispondere ad alcune domande poste dai tanti cittadini presenti.

Peraltro, non possiamo dimenticare che nel tempo ci sono stati "tanti gridi d'allarme" sui giornali locali: abbiamo trovato articoli degli anni 2004/2005/2006 che lo testimoniano, ma come è ormai consuetudine, in questa città si fa finta di niente. Silenzio.

Lo scandalo esploso ci lascia alquanto sconcertati: circa 70 tra indagati ed arrestati, appalti truccati, distribuzione di incarichi e prebende a più non posso. Una squallida vergogna, soprattutto perché colpisce e danneggia i ceti più bisognosi.

Politicamente avvertiamo con imbarazzo il silenzio che regna su questi fatti, tranne qualche sparuta presa di posizione. E, come se non bastasse, c'è anche chi, tra gli indagati, che tenta di sminuire l'importanza e la vergogna dei fatti (si veda a titolo di mero esempio La Sicilia del 21 c.m.). Ci indigna constatare come personaggi inquisiti debbano continuare a rappresentare le istituzioni e, anzi, avere ulteriori incarichi.

Il nostro appello è rivolto alla Magistratura, affinché faccia subito chiarezza. La questione morale - oltre che penale - in Italia come a Catania deve trovare massima attenzione da parte di tutti: Cittadini ed Istituzioni.

http://www.cittainsieme.it/
21 luglio 2010

Continuano i disagi nelle scuole di Lampedusa e Linosa

Lettera delle insegnanti di Lampedusa

 Ormai da anni, un gruppo di docenti di Lampedusa con sede definitiva nel Nord-Italia si rivolge al governo e a membri della sua maggioranza per denunciare una situazione anomala venutasi a creare nella provincia di Agrigento e allo stesso modo per chiedere un aiuto concreto e per niente costoso contro l’uso insistente della legge 104/92 art. 21 nelle operazioni di trasferimento interprovinciale e assegnazione provvisoria interprovinciale. Pur riconoscendo la validità della legge in questione che rappresenta una conquista civile del nostro Paese le scriventi non comprendono perché proprio tale legge debba “tutelare il disabile” danneggiando chi non è portatore di handicap. Già quest’anno il nuovo CCNI ha previsto, a ragione, il non riconoscimento della precedenza PG (assistenza parente invalido) nei trasferimenti interprovinciali ma, a nostro avviso, ciò non è bastato a fermare l’anomala e sproporzionata crescita del numero di docenti giovani e con poco punteggio che usufruiscono della precedenza PD (disabilità personale) nei trasferimenti interprovinciali della provincia di Agrigento.


continua
16 luglio 2010

Cani sciolti: uno spazio per voi

Nasce oggi il blog http://cani-sciolti.ilcannocchiale.it/. Un nuovo strumento di partecipazione destinato a tutti gli amici di www.inuovimostri.it che non dispongono di un blog con cui aderire alla nostra piattaforma di resistenza culturale.
Curato dalla redazione del sito www.inuovimostri.it , Cani-Sciolti accoglierà i vostri articoli, le segnalazioni, i commenti arrivati sulla nostra mail.
Se non avete un blog inviate i vostri contributi a resistenze@inuovimostri.it, li pubblicheremo qui.


15 luglio 2010

Vita di quartiere

Il palazzo era enorme e c’è ancora, all’entrata quattro grosse colonne mussoliniane, che io a braccia aperte ne potevo stringere molto meno della metà. C’erano anche due negozi dentro all’atrio dell’entrata: una cartoleria e una sartoria-abbigliamento. La padrona di quest’ultima si chiamava Hannapel, credo: il primo nome nord-europeo che abbia mai sentito. E forse questo era già un segno del destino. I negozi oggi ci sono ancora. Però vendono ora tutt’altri articoli.
continua
       agosto
in evidenza

29 dicembre 2010 La fine dell'anno La fine dell'anno è arrivata. Il primo decennio del  XXI secolo si è concluso. Ho riascoltato i discorsi di fine anno dei nostri Presidenti della Repubblica. Qualcuno leggeva altri andavano a memoria. Gli argomenti? Disoccupazione, emigrazione, terrorismo, studenti, assassini comuni e politici.  la costanza di tali elementi  mi è ... (continua) Leggi tutto

chi sono
cani-sciolti
Rubriche
diario
I libri per chiarelettere

I nuovi mostri
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

Italiopoli
Oliviero Beha





Scheda libro
Acquista online

prossimi appuntamenti
Tutti gli appuntamenti
links
archivio



Blog letto 1 volte
bacheca